Salsiccia di Monte S. Biagio

Salsiccia di Monte S.Biagio

La salsiccia di Monte S. Biagio è uno dei prodotti tipici del Lazio più saporiti e negli ultimi tempi sta acquisendo una certa fama anche oltre i confini nazionali. Sean Connery, ad esempio, è stato rapito dal suo gusto in un suo viaggio in Italia (se non erro in occasione della Festa del cinema dello scorso anno) e ne ha chiesto una fornitura da portare nella sua terra. Ugualmente, ne sono stati conquistati Sofia Loren e Giorgio Napolitano…

Ma cosa ha di particolare questo meraviglioso prodotto?

Affidiamoci alla descrizione di Corrado Barberis nell’Atlante dei prodotti tipici (Insor – Istituto nazionale di sociologia rurale):

“La salsiccia è ricavata dall’ impasto ben amalgamato della carne dell’intero suino che viene tagliata preferibilmente a mano con il coltello, il grasso contenuto nell’impasto non supera il 25% e vengono usati ingredienti naturali, quale sale, peperoncino piccante, pepe rosso dolce, vino moscato di Terracina D.o.c. e semi di coriandolo passati in forno per essere più croccanti e più facili da schiacciare. L’impasto così ottenuto dopo un riposo di almeno 12 ore in maniella di legno viene insaccato in budella naturali di suino con spago vegetale nella caratteristica forma a catena. Le salsicce così preparate vengono essiccate appese a delle canne, dal giorno seguente all’insaccamento si passa all’affumicamento con il fumo di legna di lentisco. Per la conservazione le salsicce vengono messe sott’olio extravergine di oliva in barattoli di vetro. La stagionatura deve essere fatta preferibilmente in ambienti naturali come le cantine tipiche o in capanne di stramma per almeno 25 giorni.

Salsiccia di Monte S.BiagioIl caratteristico uso del coriandolo risale all’epoca della dominazione saracena, questa spezia dall’aroma molto forte copriva il sapore della carne di maiale tanto da giustificarne il consumo vietato dalla religione islamica. Da molti documenti ritrovati nella biblioteca comunale di Monte San Biagio si desume che l’allevamento di maiali era molto diffuso grazie alla presenza della sughereta di S. Vito, un bosco di querce di circa 7.000 ettari intorno a Monte San Biagio. La sughereta da fonte di sussistenza per l’economia locale, diventa una preziosa testimonianza della vita contadina di un tempo. Ancora, nascosto tra la vegetazione, si trova qualche vecchio pagliaio, esempio di costruzione rurale fatta di una base circolare in pietra ed il tetto in arbusti. Nell’interno posto al centro, il camino era lo strumento di essiccazione delle carni, sia fonte di calore per chi nei pagliai ci doveva dormire. Ancora oggi chi lavora gli insaccati, spesso preferisce la stagionatura del vecchio pagliaio dove il clima poco umido, protetto dalla salsedine e l’ aroma di un tempo donano sapore al prodotto”.

Per la produzione artigianale, il periodo di riferimento va da ottobre a marzo e viene utilizzato esclusivamente il suino locale di peso superiore ai 200 Kg.

Dove potete trovare la vera salsiccia di Monte S. Biagio? Inserisco di seguito alcuni indirizzi di un produttore doc (quello che ha rifornito anche sir Connery, per altro) e di un venditore di fiducia, ma nel tempo se riesco farò una mappatura più completa.

Macelleria – Norcineria “Dal Monticellano” di Raso Vincenzo

  • via Roma – Monte San Biagio (laboratorio e vendita al pubblico)
  • via S. Bartolomeo – Fondi (vendita)
  • Palatium Enoteca regionale del Lazio – via Frattina 94 – Roma (rivenditore)

Le Bontà di La Rocca Paolo – Punti vendita

  • Terracina – via Palermo 6 – Tel 0773/723740
  • Monte San Biagio – Viale Europa 35 – Tel 328/2938585

Aggiornamento del 18/09/08:

Vi segnalo questo link dell’Arsial – Regione Lazio in cui ci sono tutte le informazioni tecniche su questo prodotto: http://www.arsial.regione.lazio.it/portalearsial/prd_tipici/scheda_analitica.asp?id=72

E dove trovate gli operatori censiti che la vendono, con relativi recapiti:
http://www.arsial.regione.lazio.it/portalearsial/prd_tipici/scheda_produttori.asp?tip=0&id=72

Salsiccia di Monte S. Biagioultima modifica: 2008-03-03T09:35:00+01:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Salsiccia di Monte S. Biagio

  1. Ciao e benvenuto!
    Non so se qualcuno vende questa salsiccia anche nel napoletano, ma, se lo trovo, aggiungo nel post il numero di telefono del macellaio che ho indicato, che mi pare spedisca i prodotti anche da voi.
    Se vengo a conoscenza di qualche rivenditore vi aggiorno sicuramente! 🙂

  2. Salve sono il produttore della Salsiccia tipica di Monte san Biagio indicato sopra se volete provare il gusto della salsiccia di Monte san biagio basta scrivermi un e-mail e vi ricontatterò noi siamo attrezzati per spedizioni in Italia in 24 ore e in europa in 48 ore ciao e grazie per il commento scritto sopra spero che il sapore e l’artigianalità del nostro prodotto continui a stupirvi grazie ancora.

  3. ciao, il tuo articolo sulla salsiccia di monte s. biagio è stato copiato integralmente (senza nessuna citazione) in un opuscoletto di una festa paesana ( Latina scalo); dato che ha anche copiato cose mie, volevo informarti Se nn hai autorizzato fammi sapere: credo che sarebbe serio almeno citare le fonti! Grazie

Lascia un commento